🟢 memorie

Visits: 65

⬆️

 

Memorie meridiane
Racconti di vita e di speranza

Memorie meridiane raccoglie alcune testimonianze su fatti realmente accaduti, al limite del grottesco, che a distanza di mezzo secolo hanno significanza.

I fatti narrati raccontano vicende personali, talvolta di rilevanza sociale perché coinvolgono le istituzioni nella forma di professori, dirigenti pubblici, avvocati, burocrati …

Si vuole riflettere e meditare sul contesto socio-politico degradato rapportando il presente al passato, talora kafkiano, con la descrizione di situazioni al limite del paradossale, sfociate in soluzioni razionali ma non appaganti che lasciano una certa amarezza e aspettative per il futuro insoddisfatte.

A distanza di anni constatiamo che la prospettiva di soluzione è svanita, soppiantata da certezze mediatiche diffuse senza ritegno dal potere dominante e accettate dalla masse omologate, incolte e asservite, prive di senso critico e di “conoscenza”.

La scuola ha fallito la sua missione di diffusione della cultura e del sapere razionale, dequalificata da politici corrotti e senza dignità al servizio delle lobby nazionali e internazionali che hanno per obiettivo esclusivo il profitto.

I media hanno fatto il resto diffondendo il pensiero unico, la cancel culture, il  Politically correct, l’Itanglese …
Ma la fiducia è dura a morire. Ci sarà un riscatto nel futuro?

Nostri punti di riferimento: Ignazio Silone in Il cafone è un asino che ragiona, Fëdor Dostoevskije in Memorie dal sottosuolo, Nikolaj Vasil’evič Gogol’ in L’ispettore generale, Franz Kafka.

⌚ I fatti narrati sono  stati raccolti e registrati nel tempo tra amici, parenti, conoscenti ….

Loading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *